Home > News > Milano, tornato all'aspetto originale il Monumento ai deportati caduti
News
Chi siamo: ANED
Chi siamo: Fondazione
Didattica
Triangolo Rosso
Mostre
Libri
Cronologia
Filmografia
Dizionario
I Lager
Link
Contatti
Crediti

Milano, tornato all'aspetto originale il Monumento ai deportati caduti

E' stato inaugurato al Cimitero Monumentale di Milano il restauro del Munumento ai deportati caduti realizzato dallo studio BBPR nell'immediato dopoguerra e collocato proprio al centro del cimitero.
Con il passare degli anni diversi interventi avevano in qualche misura modificato l'aspetto originario del monumento. E soprattutto negli ultimi anni era diventato evidente il degrado generale dell'opera: i profilati d'acciaio erano scrostati, e i nomi incisi sulle grosse lastre di pietra ai piedi della struttura risultavano del tutto illeggibili.
C'è voluto il cambio di amministrazione a Milano e l'elezione a sindaco di Giuliano Pisapia perché il Comune si facesse carico del restauro di un monumento che segna una pietra miliare dell'architettura e dell'arte milanesi.
Grazie alla collaborazione dello studio Belgiojoso, che ha prodotto i disegni originali, i restauratori hanno provveduto a  realizzare interventi che ricondurranno l'opera alle forme volute dai progettisti Belgiojoso, Peressutti e Roger nel 1945. Il piccolo manto erboso è stato abbassato, sono stati eliminati i cespugli che nascondevano la base del monumento, è stata recuperata la teca che contiene la gamella, il filo spinato e la terra di Mauthausen.

Alla cerimonia di inaugurazione, domenica 6 maggio 2012, 67° anniversario della liberazione dell'ultimo grande lager nazista - quello di Ebensee - nel corso della tradizionale cerimonia che l'Aned organizza fin dal 1946 attorno a quel monumento, in ricordo delle decine di migliaia di italiani caduti nei Lager nazisti.
Hanno presobrevemente la parola
  • il presidente dell'ANED di Milano Dario Venegoni
  • l'architetto Alberico Belgiojoso
  • l'assessore Daniela Benelli per il Comune di Milano (nella foto), in rappresentanza del Sindaco Giuliano Pisapia.
Il presidente nazionale dell'ANED Gianfranco Maris, ex deportato a Mauthausen, ha parlato - come sempre, da oltre mezzo secolo, senza alcuna interruzione - al Cimitero ebraico.

Storia di un monumento che ha fatto storia

Le immagini della inaugurazione, a cura di Leonardo Visco Gilardi

Stampa  Stampa

< torna indietro 

ANED - Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti - Copyright © 2004 - Tutti i diritti riservati